Spiagge calette Ponza Palmarola

Spiagge Calette Ponza e Palmarola Una splendida baia scolpita nel mare, con la stessa cura con la quale uno scultore scolpisce la propria opera d’arte. Il “Fontone” meglio conosciuto come Piscine Naturali. Sono una delle maggiori attrazioni turistiche dell’Isola di Ponza; si sono formate in seguito all’intensa attività vulcanica dell’Isola. Negli anfratti della roccia i pescatori […]

Spiagge Calette Ponza e Palmarola

Una splendida baia scolpita nel marecon la stessa cura con la quale uno scultore scolpisce la propria opera d’arte.
Il “Fontone” meglio conosciuto come Piscine Naturali.
Sono una delle maggiori attrazioni turistiche dell’Isola di Ponza; si sono formate in seguito all’intensa attività vulcanica dell’Isola.
Negli anfratti della roccia i pescatori hanno ricavato dei caratteristici depositi per le barche e gli attrezzi da pesca. L’acqua limpida e pulita fà da padrona, tra le piccole grotte utilizzate dai pescatori come rifugio per le loro imbarcazioni.
Agli enologi interesserà sapere che sulle colline viene coltivata dell’uva bianca, da cui si ricava un ottimo vino spumante.

Cala Spiaggia Chiaia di Luna

La spiaggia ammalia, incanta, affascina e seduce, un paesaggio di epoca romana.

Qui si apriva, ai tempi della colonizzazione greca un approdo, probabilmente dedicato alla Dea Luna, il passaggio è lungo 168 metri è stato scavato assecondando la tortuosità della roccia, è fornito di ampi lucernari e rivestito in gran parte con muri di contenimento in opus reticulatum.

Il porto greco di Chiaia era simile a quelle esistente vicino a Bagno Vecchio.

Chiaia di Luna solo in barca

Chiaia di Luna è il posto più importante e conosciuto di Ponza. Detta anche Cala di Luna, questa spiaggia era fra le più frequentate di Ponza perché offriva due grandi vantaggi:

l’accessibilità e le dimensioni. Niente scalinate per raggiungerla, ma un tunnel romano lungo 168 metri rimesso sicurezza, nel 1990, insieme alle pareti rocciose della spiaggia, sabbiosa e pulitissima.

La falesia di tufo che la circonda le conferisce un colore chiaro che va dal giallo al bianco, il mare è limpido, grotte e paesaggio fanno altri ingredienti succulenti: passione autentica.

Chiaia di Luna fungeva da porto per i Greci e i Romani: lo testimoniano il tunnel e la necropoli a picco sul mare.

Ora mai per motivi di sicurezza visionabile solo dal mare arrivando in barca.

Le cattedrali di Palmarola

le cattedrali
A Palmarola c’è una cattedrale fatta di scogli protesi dal mare verso il cielo come guglie gotiche. Un maestoso edificio che nasconde grotte misteriose nella penombra di rocciosi archi ogivali.

Palmarola è la più piccola delle sei Isole Ponziane, arcipelago tirrenico in provincia di Latina (le altre cinque sono Ponza, Zannone, Gavi, Ventotene e Santo Stefano).

Prende il nome dalle “palme nane” selvatiche che ospita. La solitudine da cui è stata a lungo abitata la rende magica, una terra incantata, bianca di falesie e spiagge che ricordano la Polinesia.

È quasi del tutto nuda di costruzioni umane, fatta salva una cappellina su uno scoglio dirimpettaio, una costruzione dedicata a san Silverio papa, che una tradizione vuole esiliato e morto sull’isola.

Le sette stupende grotte seminascoste nella cattedrale di roccia sono parzialmente visitabili con le barche. Il resto del buio corpo delle misteriose cripte, albergo di uccelli notturni, è esplorabile a nuoto, con l’aiuto dalle torce.

weekend ponza e palmarola in barca

Costo a persona € 270,00

imbarco minimo 8/10 persone max 12 persone

info e prenotazioni +393938555449 – +390645619520 aperitivoroma@gmail.com

organizza il weekend a Ponza e Palmarola con noi

 

Share

Lascia un commento